Psicologia; Forum Amore; ... quella di non poter avere figli. Nella nostra esperienza di psicoterapeuti psicologi  a Torino la sofferenza provata quando un bambino non arriva può portare la coppia ad un graduale isolamento sociale e ad una chiusura sempre maggiore. Il desiderio di maternità e paternità ha quindi un’origine remota nella storia dell’individuo e può essere molto radicato. Inizialmente non mi sono posta il problema, perché immaginavo e speravo Non è vero che chi non vuole figli, non è affettuosa o peggio è egoista e insensibile. Il bambino immaginato, anche se non è ancora nato nella realtà, esiste nella mente degli aspiranti genitori e intorno alla sua presenza l’uomo e la donna nutrono fantasie, vivono emozioni, costruiscono immagini sul futuro e progetti di coppia, come ci viene raccontato presso il Centro di psicoterapia Torino da chi ricorda il momento della ricerca di una gravidanza. Anche se va specificato che può dipendere da problemi anatomo-biologici e socio-economici. Nella nostra esperienza di psicoterapeuti psicologi a Torino, il desiderio di avere un bambino può nascere nella persona già durante l’infanzia, nell’identificazione con i genitori e maturare dentro di sé fino al momento in cui voglia essere realizzato all’interno di un progetto di coppia. In questi casi avere uno spazio relazionale in cui condividere la propria sofferenza e sentirsi capite è di grande sollievo perchè può essere complesso elaborare questo marasma di emozioni in solitudine. Un altro aspetto che come psicoterapeuti psicologi a Torino rileviamo nei pazienti che stanno effettuando un percorso di fecondazione assistita riguarda l’area della relazione sessuale. Questi aspetti, se trattati in un percorso di psicoterapia o di terapia di coppia possono prevenire difficoltà relazionali con il figlio che nascerà, dovute a pesanti vissuti inelaborati del genitore, talvolta anche inconsci, che condizionano lo sguardo che il bambino riceve e che possono ricadere su di lui e sul modo in cui si sente considerato dalla mamma o dal papà. Naturalmente queste sono fantasie inconsce e non pensieri ben codificati. Al giorno d’oggi, è facile imbattersi in casi di madri dipendenti, di padri autoritarie di famigli… Vedono la vita in coppia. Il Centro di Psicoterapia e Psicologia Clinica è un'associazione professionale di psicologi psicoterapeuti con sede a Torino. Il ruolo dei legami di attaccamento alla famiglia di origine e al partner Da donna che non poteva avere figli, non mi sono mai arresa. Queste ed altre fantasie, seppur irrazionali, sono del tutto comprensibili e possono contribuire ad uno stato ansioso che accompagna il percorso di fecondazione assistita. Così, accade questo: un uomo e una donna provano ad avere un bambino, non ci riescono, stringono i denti e si rivolgono al medico. Dai colloqui che svolgiamo presso il Centro psicoterapia a Torino comprendiamo che l’impossibilità di avere un figlio procuri una ferita emotiva tanto profonda quanto più il progetto procreativo sia centrale per la coppia o per l’individuo. Come rassegnarsi a non avere figli. Questo accade perchè è davvero difficile trovare delle ragioni plausibili alle tante domande che affollano in questi casi la mente, prima tra tutte “perchè proprio a me? Giorno per giorno matura in me questa convinzione. La condivisione delle emozioni permette di non evitare il problema e aiuta a prendere consapevolezza di sé per orientarsi nella scelta delle strade da intraprendere. Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sugli argomenti che salvaguardano la tua crescita emotiva, puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi su Facebook, Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze? Le gestanti che hanno effettuato un iter di fecondazione assistita tendono ad astenersi maggiormente dal lavoro e a fare molte più visite e indagini diagnostiche delle donne che sono rimaste incinte per vie naturali, questo proprio perchè devono affrontare livelli di ansia più elevati. Di alcuni di questi vissuti proveremo a parlare, consapevoli che un sostegno psicologico in questi casi può migliorare l’approccio emotivo della coppia alle cure e, in particolare della donna che si espone in prima persona con il proprio corpo e si sottopone agli interventi medici. Le Donne che Decidono di non Avere Figli Sono Aumentate negli Ultimi Tempi. Il vissuto di colpa può appartenere sia al partner che sa di avere un problema organico che è causa limitante al concepimento, sia al partner così detto sano, che può provare sentimenti ambivalenti tra la rabbia verso il compagno/a, la comprensione, la preoccupazione. Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, nel biennio 2014-15 si è osservato un incremento del 4,9% nella richiesta di trattamenti di fecondazione assistita e nel 2016 le coppie che hanno richiesto tali procedure sono state in tutto 77.522. A rendere ansiosa la donna che non riesce ad avere un bambino è anche il tempo che passa, come ci viene raccontato nei percorsi di psicoterapia a Torino. Quando i figli non arrivano: aspetti psicologici della sterilità. Ora hanno due bambine splendide, che adorano, e sono felici. Nella nostra esperienza di psicoterapeuti psicologi a Torino la condizione di infertilità o sterilità è molto stressante e può portare verso una crisi esistenziale profonda e generare conflitti all’interno della coppia. Può essere immaginata una situazione di tradimento e la sensazione, da parte del partner sostituito, di non essere genitore a pieno titolo, dal momento che non ha la possibilità di trasmettere al bambino il proprio patrimonio genetico. Stefania Orlando decide di non avere figli: ecco spiegato il perché Il tema della mancata maternità è sempre molto delicato e varia dalle esperienze e dalle esigenze che ogni donna ha vissuto. fino a un paio di anni fa sembrava che il desiderio di avere figli fosse insopprimibile, e dovevo trattenermi solo per motivi esterni, lavoro, casa, ecc. In questo articolo di Psychology-Online: perché non voglio avere figli con il mio partner, spiegheremo in modo semplice i motivi principali e alcuni consigli. E Prendono il Nome di Childfree Inizialmente venivano etichettate come “segnate da Dio” o “rami secchi”, come se su di loro non fosse attecchito l’istinto materno. Poter elaborare, con l’aiuto di psicoterapeuti psicologi, i pesanti vissuti legati alla difficoltà procreativa, permette di ristrutturare l’immagine di sé aprendo a possibili strade da intraprendere sia che si decida di investire in altri progetti della propria vita, sia che si vogliano affrontare percorsi alternativi per diventare genitori (adozioni, cure mediche specifiche quali la fecondazione assistita, ecc). La gravidanza mi spaventa da morire, la vivo con terrore e poi non credo di essere in grado di stare dietro ad un figlio Ho paura di esaurirmi, di diventare isterica e io invece non vorrei mai che mio figlio avesse una madre con problemi.vorrei avesse il meglio di tutto. Chi non vuole avere figli è esposta in continuazione a congetture (non sempre encomiabili) sui motivi: sono forse donne incapaci di trovare un partner adatto oppure di allacciare una relazione stabile? Come spesso accade quando si ha un problema, queste donne raccontano di non poter fare a meno di confrontarsi continuamente con chi attorno a sè riesce ad aver successo, vivendo inesorabilmente sentimenti di rabbia, invidia, tristezza e si sentono sole e si vergognano della propria condizione. L’avvicinamento alla tecnica della fecondazione assistita si accompagna ad un atteggiamento ambivalente come osserviamo in genere negli incontri di terapia di coppia e psicoterapia a Torino. Una volta raggiunta l’età ideale per concepire un bambino, molto comuni sono gli scrupoli sul reale desiderio di paternità e maternità ovvero si può volere un figlio e avere paura. Il lavoro presso il Centro psicologia Torino si pone l’obiettivo di aiutare l’individuo o la coppia a superare la crisi esistenziale per riaprire alla possibilità di intraprendere nuove strade, ridefinire i progetti. Sono sposata, ma non ho figli, non perché non ne voglia ma semplicemente perché non sono arrivati. C'è qualcosa di vero: è importante riflettere su questo e cercare di non Persino con se stesse. Centro di Psicoterapia e Psicologia clinica © 2016 Torino Via Caboto, 44 10129 – tel 011.74.92.243 cell 349.63.43.588. Non potere avere figli causa il sentimento di un vuoto enorme nella propria vita. Se vivi all'estero o se viaggi molto per lavoro e cerchi uno psicologo di cultura e lingua italiana, organizziamo consulenza anche via skype o telefonica. Al contrario chi ha scelto di non avere figli ipotizza che in quel legame ci sia un nido, una sicurezza per il futuro che le è negata. Come psicoterapeuti psicologi a Torino ci accorgiamo che è più frequente nell’uomo un iniziale scetticismo di fronte alla diagnosi di infertilità o sterilità e la negazione del problema per la difficoltà ad accettare quello che appare come un verdetto da parte dei medici. Sembra giusto che arriviamo a sapere cosa vuol dire avere un figlio in tutte le sue sfaccettature solo una volta che ne abbiamo uno. Le Donne che Decidono di non Avere Figli Sono Aumentate negli Ultimi Tempi. Non ti nego che il percorso è stato lungo(2-3 anni) e costoso, però non doloroso. Nella nostra esperienza di psicoterapeuti psicologi a Torino la donazione di gameti può generare a livello di fantasie un triangolo con il donatore o la donatrice, generando sofferenza, anche quando su un piano decisionale i partner hanno scelto insieme di perseguire questa strada. Quanta confusione…! Nell’ultimo periodo molte donne dello spettacolo, stanno ritagliando spazi della propria visibilità, per affrontare l’argomento della ‘mancata maternità’ o della difficoltà di avere figli. I figli unici tendono a idealizzare il rapporto fraterno del quale non hanno esperienza e ad averne un’idea astratta e utopistica, ignorando la rivalità e i contrasti dovuti alle differenze di temperamento e di carattere tra fratelli (Giusti, Manucci, 2000). non saprei. Ancora oggi, una donna che sceglie di non avere figli è oggetto di critiche e sbigottimento. Lo ricordo vagamente. L’età fertile femminile ha dei limiti biologici e di anno in anno gli insuccessi possono essere vissuti in maniera più grave, accompagnati dalla percezione che le proprie possibilità di diventare mamma si riducono. Il counseling psicologico presso il Centro di psicoterapia a Torino ha tra gli obiettivi di circoscrivere la delusione e la tristezza che la coppia sta vivendo per la mancata realizzazione della genitorialità e prevenire una condizione depressiva che può condizionare tutti gli ambiti del vivere quotidiano. Ma è difficile e doloroso fare i conti con il limite di non poter essere genitori e ristrutturare l’immagine di sè e del proprio futuro, per questo è possibile ricorrere ad un aiuto psicologico per sentirsi più forti e in grado di affrontare la situazione. Avere figli è un'esperienza davvero trasformativa. Come emerge dalle consultazioni psicologiche (counseling psicologico), il processo maturativo verso la genitorialità si concretizza quando una coppia decide di diventare famiglia e prova ad avere un figlio, si apre allora ad uno spazio mentale e di investimento affettivo per il bambino che si desidera. : Mia moglie non vuole avere figli, io sì. Tale comportamento, che impoverisce il mondo relazionale, appare ben comprensibile se si pensa che il confronto con gli altri, i commenti fatti anche in buona fede, possono risultare molto dolorosi e difficili da tollerare. Top Gallery della settimana. by Elena Novembre 24, 2019, 5:12 pm 619 Views Decidere di non avere figli è oggi un argomento molto discusso e delicato, come del resto succede per tutte le questioni lontane dal ‘luogo comune’. Quando per la coppia diventa evidente il problema di non riuscire ad avere un bambino, nella nostra esperienza di psicoterapeuti psicologi a Torino, subentra uno stato psicologico di stasi: nella terapia di coppia questa condizione viene descritta come una sensazione di “congelamento”, come se la propria vita si fermasse e ogni possibilità di scelta e cambiamento evolutivo fosse bloccata. Non è raro che le figlie lamentino di sentirsi soffocate al punto da percepire l’interlocutore materno interiorizzato (per dirla con Freud il Super-Io) come giudicant… Domanda di Sergio_72 su psicologia sociale e legale. Al college, nessuno lo fece. Se tu hai le idee chiare a riguardo, perfetto!, sta a lui vedere se é disposto a non avere figli. Se la medicina non trova una risposta si fa strada dentro di sé e all’interno della coppia un grande senso di impotenza, come viene riportato nei percorsi di psicoterapia a Torino, cresce la rabbia per non poter far nulla e la situazione è difficile da accettare. Naturalmente quando si parla di processi psicologici, i vissuti sono sempre soggettivi e non è facile trattare un argomento tanto complesso generalizzando, ogni persona potrà sentirsi più sensibile ad alcune tematiche che tratteremo e identificarsi di meno in altre. Per gli over 30, invece, la percezione è neutrale. Quando per la coppia diventa evidente il problema di non riuscire ad avere un bambino, nella nostra esperienza di psicoterapeuti psicologi a Torino, subentra uno stato psicologico di stasi: nella terapia di coppia questa condizione viene descritta come una sensazione di “congelamento”, come se la propria vita si fermasse e ogni possibilità di scelta e cambiamento evolutivo fosse bloccata. La terapia di coppia o un intervento di psicologia clinica individuale permette di ristabilire un equilibrio interiore e uno spazio relazionale con il partner, punto di partenza per riprendere in mano la propria vita. Non voglio sposarmi nè avere figli. Quando si intraprendono dei percorsi medici, come ad esempio la fecondazione assistita, si incontrano specifiche reazioni emotive che abbiamo ritrovato nelle coppie che si sono rivolte al Centro psicoterapia Torino per iniziare un percorso di counseling psicologico. Psicologia e psicoterapie. Essere genitori è difficile; essere figli altrettanto. Be le mie ovaie sono più vecchie di me, e gli spermatozoi di mio marito, loro sono vecchissimi da sempre!! 11 Calendario 2021 da stampare per bambini: 11 modelli gratis Leggi tutto. Da un lato c’è una grande speranza che l’aiuto medico garantirà un successo e c’è il sollievo “di fare qualcosa” che alleggerisce il senso di impotenza generato dall’attesa di una gravidanza naturale che non arriva. Soprattutto da quelle che aspirano alla perfezione estetica”. Grazie a Sara A., Cuneo "Ho 39 anni, mi chiamo Sara, abito in un piccolo paese del Cuneese. Mi chiamo Sergio, sono sposato da circa 10 anni e non abb Per potersi sottoporre ad una fecondazione eterologa, solo recentemente disponibile anche in Italia, più coppie seguite presso il Centro di psicoterapia Torino, hanno dovuto spostarsi all’estero o in altre regioni del nostro Paese, elemento che rende più complessa la scelta di di questo percorso. “Nella mia esperienza clinica ho ascoltato molte storie – prosegue lo psicologo – soprattutto quelle che non possono essere raccontate, e ricavo che i motivi di non desiderare figli sono di vario ordine. 5 possibili motivi per cui non voglio avere figli con il mio partner . Gli ormoni possono fare ingrassare: riprendere la forma faticosamente conquistata potrebbe essere difficile, specialmente se si osserva amiche e parenti che, dopo la maternità, l’hanno irrimediabilmente persa. Ognuno e' spinto da motivazioni diverse ma tacciare di egoismo chi non ne vuole avere e' davvero un'ipocrisia. Nei colloqui di terapia di coppia e psicoterapia a Torino vediamo che il successo nella fecondazione assistita e l’inizio di una gravidanza appare come un’opportunità irripetibile, difficilmente raggiunta, che si accompagna a grande ansia. 27.11.2019 08:35:32 Utente Buongiorno gentili medici. Le donne perdono la speranza e si sentono sempre più angosciate, se non in alcuni casi perseguitate dall’inesorabile “tic, tac” dell’orologio biologico. l'istinto sessuale è una cosa naturalissima e che questo sia diretto alla procreazione è indiscutibile. Da considerare anche che, ad uno sguardo esterno, la gravidanza, in caso di fecondazione eterologa è uguale ad una gravidanza naturale, quindi è più facile nascondere l’iter seguito per raggiungere il concepimento. Nei percorsi di psicoterapia a Torino ci viene riportata la sensazione che le persone attorno a sè continuino a vivere, a emozionarsi, a porsi degli obiettivi, mentre chi racconta in prima persona sente che il tempo passa ma nulla cambia e tutti gli ambiti della vita della coppia rischiano di essere pervasi da un senso di “sterilità”. Alcune coppie sono in grado da sole di ristrutturare le aree di vita coinvolte dal problema e far fronte al momento difficile riuscendo a gestire gli eventi che si presentano. Non posso avere figli: dinamiche legate alla maternità mancata.In Italia una donna su quattro non riesce a rimanere incinta. Non potere avere figli causa il sentimento di un vuoto enorme nella propria vita. Non avere bambini non significa non sapere amare o essere per forza prive di istinto materno. Ma qui il discorso si fa più ampio”. Per la coppia stessa o in maggior misura per uno dei suoi membri si apre una crisi esistenziale, uno stato di immobilità e ottundimento che impedisce di andare avanti e fare progetti per il futuro. Nella terapia di coppia a Torino emerge come l’incapacità di avere un bambino crea un senso di insicurezza generalizzato, toglie entusiasmo e voglia di investire anche in altri progetti della propria vita, come se mancassero le energie per far nuovi programmi. Donne senza figli: perché demonizzarle? La coppia, o in maggior misura uno dei suoi membri, prova rabbia ogni volta che si sente guardata con pietà; come ci viene riportato nel counseling psicologico, durante gli incontri in famiglia o nel rapporto con amici che hanno dei figli, viene percepita la propria diversità e si acuiscono i sentimenti di vuoto e di tristezza. Ho due cognate che, non potendo avere figli, hanno intrapreso questa strada. Avere un figlio solo perché il partner lo desidera. Naturalmente nessuno invita a non procreare (sarebbe anti-democratico), ma solo a considerare il fatto di diventare madre una scelta e non più un’imposizione di Madre Natura, concetto ormai obsoleto, demolito dalla celebre filosofa Simone de Beauvoir già nei lontani anni ’30. Pare siano legati alla trasformazione del corpo che ospiterebbe il feto. chi ha figli non è libero e deve, dico e ribadisco deve, dare la priorità a loro. Per i più piccoli, avere figli diminuisce il loro grado di felicità. O, semplicemente, non sopportano i bambini? I vissuti di cui abbiamo parlato sono simili a quelli che si incontrano in alcuni percorsi di adozione. Ogni persona ha il diritto e il dovere di scegliere per la propria vita. Visualizza altre idee su figli, essere genitori, psicologia. Alla richiesta una consulenza (counseling psicologico) presso il Centro psicologia Torino, solitamente si arriva da un tempo più o meno lungo di indagini e interventi medici, si è attraversato periodi di grande incertezza tentando ogni via per trovare una soluzione al problema, stanchi e demoralizzati dalle ripetute delusioni ma ancora aggrappati alla speranza di una riuscita inaspettata e vissuta quasi come miracolosa. Secondo i dati Istat del 2016, 1 donna su 4 non ha figli a differenza di quanto accadeva un quarto di secolo fa dove era solo 1 su 10. Ancora oggi, una donna che sceglie di non avere figli è oggetto di critiche e sbigottimento. Decidere di occuparsi della propria sofferenza e darle uno spazio, con il sostegno di psicoterapeuti psicologi a Torino, aiuta a gestire lo stress legato all’eventuale ricorso di cure mediche. Ricordiamo che la scelta di non avere figli è qualcosa di assolutamente normale, e che non rientra minimamente in un quadro clinico patologico: in un’epoca civile fa parte ormai del campo della libera scelta. I problemi nell’area dell’intimità sono dettati per l’uomo dalla sensazione di non essere più oggetto del desiderio della propria compagna, ma mero strumento per la procreazione, gli incontri sessuali non sono più scanditi dal reciproco piacere ma finalizzati a concepire un bambino, sono meccanici e legati al tempo dell’ovulazione più che all’attrazione reciproca. Per sterilità la medicina intende l’impossibilità di concepire un bambino, per infertilità il non riuscire a portare avanti una gravidanza. gravidanza e psicologia: i motivi sbagliati per avere un figlio (Istock Photos) ... Coppia: cosa fare se lui non vuole figli. Vediamo presso il Centro psicologia Torino che la diagnosi di sterilità può tradursi nell’uomo nella sensazione di aver perso la propria virilità e causare disturbi nella sfera sessuale della coppia. Presso il Centro psicologia Torino, nel lavoro di terapia di coppia è comune condividere la sensazione di sentirsi deprezzati dallo sguardo degli altri. Solo che una radice molto profonda fa scattare l'allarme ogni volta che qualcuno decide di dichiarare che in fondo no, avere figli non gli interessa affatto. Di figli non desiderati e non amati so che ce ne sono ma ci sono meno genitori che ammettono che avrebbero preferito non avere il figlio. Per loro, avere un bambino ed educarlo è tutt’altro che interessante, è addirittura opprimente. Sicuramente non sono una condizione sufficiente, visto che sono sotto gli occhi di tutti soggetti che hanno figli, ma che sono infelici.Ritenere i figli una condizione sufficiente è tipicamente romantico, con l’identificazione del figlio come idea dominante cui asservire la … psicologia Non sono madre perché non voglio. Molte donne che non Come emerge dal counseling psicologico, essere esposte a queste situazioni e alla vista quotidiana di bambini e famiglie attorno a sè, fa affiorare conflitti nel profondo tra i sentimenti di affetto che si provano per le persone care più fortunate e l’inesorabile confronto con la propria condizione, che getta nella frustrazione: la gioia degli altri diventa il proprio dolore accompagnato pure da sensi di colpa. “Spaventano inoltre le possibile malattie che possono comparire alla genitrice e al feto – prosegue lo psicoanalista – e che allertano le tendenze ipocondriache di alcune giovani donne; per non parlare delle donne che hanno la tendenza all’anoressia nervosa! Buongiorno, ho 35 anni e da qualche mese frequento un ragazzo di 41 anni, separato con figli. Inizialmente non mi sono posta il problema, perché immaginavo e speravo Buongiorno, ho … Non hanno istinto materno Alcune donne semplicemente non sono fatte per essere madri e, anche se possono gradire e godersi il tempo con i loro nipoti oi figli delle loro amicizie, non sentono il desiderio di averne loro. Si tratta senza dubbio di un tema complicato da trattare, con diversi punti di vista. Ogni persona e in particolare ogni coppia deve prendere la propria decisione. è una domanda che mi sono posta molto spesso ultimamente. “Sono più di quanto si pensa le donne che non desiderano figli – dice l’esperto – Alcune non lo confessano nemmeno a se stesse, la maggioranza non si sognerebbe di dirlo ad alta voce. E Prendono il Nome di Childfree. Tempo fa anche la mia amica che aveva il desiderio di avere figli aveva insinuato che una donna che non vuole avere figli per pensare alla sua vita sia un po egoista Non potere avere figli causa il sentimento di un vuoto enorme nella propria vita. “Nella mia esperienza clinica ho ascoltato molte storie – prosegue lo psicologo – soprattutto quelle che non possono essere raccontate, e ricavo che i motivi di non desiderare figli sono di vario ordine. Spesso l’origine è nelle mamme stesse delle donne childfree: sono (o sono state) molto materne, troppo accudenti, protettive e anche un po’ intrusive. Infine il concetto di mamma si estende al progetto che molte donne, non potendo avere figli o per ragioni ancora più nobili, decidono, con coscienza di alcuni rischi, di adottare bambini. Come psicoterapeuti psicologi a Torino, non così raramente, percepiamo che queste persone si sentono colpevoli della loro situazione, quasi fosse una punizione del destino. Per completezza: non c’è nulla di meno vero. La decisione di voler essere genitore arriva a definirsi attraverso l’evoluzione di dinamiche complesse che comprendono aspetti di sé legati all’istinto, alla cultura, ai condizionamenti ambientali, ai pensieri che hanno preso forma nel tempo, alle rappresentazioni e motivazioni che si incontrano con quelle del proprio partner all’interno della coppia. Nessuno costringe nessuno ad avere figli, se non ti senti di averli non devi farti condizionare dagli altri che si aspettano che tu ne abbia. I motivi psicologici che sottendono la voglia di non avere figli sono svariati e possono andare dalla paura di veder limitati i propri spazi personali e il proprio tempo, dal completo disinteresse verso i bambini, alla paura del cambiamento della propria immagine una volta rimaste incinte, alla paura del parto, o anche, ma non ultimo, il timore di non esser all’altezza della situazione nuova che si verrebbe a creare. Come accennato in precedenza, ci sono molte ragioni per cui potresti scegliere di non avere figli con il tuo partner. Alcune aspiranti mamme i cui gameti erano stati congelati, nel lavoro di psicoterapia, sono entrate in contatto con la preoccupazione che il “freddo” possa riperquotersi in qualche modo sul bambino, questo perchè nella nostra esperienza di psicoterapeuti psicologi a Torino l’esperienza del freddo può rappresentare a livello simbolico, in una dimensione inconscia, l’assenza della vita. In questi casi serve proprio “un’iniezione di fiducia”che aiuti a vedere che un futuro c’è, anche se nel presente tutto appare nero. Per questa ragione come psicoterapeuti psicologi a Torino riteniamo importante affiancare il nostro intervento ai percorsi che la medicina è in grado di offrire, per aiutare le coppie che lo desiderano ad avere un figlio e a realizzare appieno, anche su un piano psicologico, la genitorialità. Un lavoro di psicoterapia a Torino può aiutare ad accettare la situazione e l’impotenza di non poter dare risposte razionali a tali domande. Desiderare un figlio che non arriva è uno delle situazioni più stressanti e difficili che ci possono essere nella vita di una coppia.Ma tra i due la donna può vivere una situazione di maggiore sofferenza. Negli ultimi due casi, cioè se non si tratta di una scelta personale volontaria, è abbastanza normale soffrire conducendo una vita senza figli. La novità è che, consapevoli o meno, sono sempre più numerose le donne senza figli che non solo non si sentono “private della loro natura” – e anzi vivono la loro completezza come donne – ma ancor più rappresentano un nuovo modello di identità femminile, ponendosi con la loro vita e le loro scelte,come possibili esempi di femminilità “altre”, per altre donne. Contattaci per una call. Provano delle cure, non funzionano e la frustrazione aumenta. Ovviamente questo non vale sempre e comunque ma può essere una possibile spiegazione di chi, con fermezza, decide di non avere figli. Non sempre un uomo desidera avere figli nella sua vita e le ragioni possono essere meno superficiali di quanto non si pensi Top Gallery della settimana 11 Calendario …