Tarantino pensò di girare Kill Bill come regalo di compleanno per i 30 anni compiuti da Uma. Leggenda narra che però, ad un party organizzato dai fratelli Weinstein - produttori di tutti i film di Tarantino fino allo scandalo che ha travolto il più famoso dei due - il buon Quentin, mentre parlava proprio con Harvey, vide Uma Thurman fare il suo ingresso nella stanza e che questa apparizione gli fece tornare alla mente il personaggio de La Sposa (The Bride) ideato proprio insieme alla sua musa ai tempi delle riprese di Pulp Fiction. Il consenso è facoltativo. Questo è il cuore dell'arte del combattimento”. Gli attimi tra il colpo sferrato dalla Sposa e la morte di Bill sono di un’estrema dolcezza, come se, in quell’ultimo momento e pur coscienti dell’ineluttabilità dell’infausto destino della loro storia di amore, i due amanti, seppur per un solo istante, si siano finalmente ritrovati. Il film narra della vendetta da parte della protagonista dopo aver assistito alla morte del suo fidanzato e dei suoi amici, venendo poi selvaggiamente picchiata quando era incinta. Kill Bill - Volume 1 - Un film di Quentin Tarantino. Articolo bellissimo davvero! Io arrivo”, “Questo farebbe di lui un bugiardo, giusto?”, “C’è una cosa che vorrei tanto sapere; che resti tra noi, eh?”, “L’ho chiamato miserabile, stupido vecchio”, “E sai cosa ho fatto? Con la musica che si avvicina sempre più al suo climax, la tensione sale al massimo. E infine, dopo che Beatrix ha spiegato a Bill il perché della sua scomparsa, facendo credere di essere stata uccisa dalla Lisa Wong che era stata mandata a fare fuori, e che Bill, a modo suo, le abbia a sua volta illustrato le ragioni della sua rabbiosa ritorsione - memorabile il suo “e ho reagito male” - abbiamo la resa dei conti finale. La donna raccoglie allora le chiavi dell'auto di Buck, la «Pussy Wagon». L’una tentando di vincere la forza dell’altra, invano. Fatale coincidenza? Fox, O-Ren Ishi/Lucy Liu, il fratello di Bill, Bud/Michael Madsen, e infine la nemesi della Sposa, Elle Driver/Daryl Hannah. Ma la Scena Madre del primo dei due Kill Bill è sicuramente la resa dei conti alla casa delle foglie blu, con lo scontro tra Black Mamba e gli 88 Folli, con in mezzo il bonus della lotta con Gogo. Tarantino allo stato puro. Questi infatti era uno dei cattivi dei film degli Shawn Brothers e, con un gioco di rimandi simile a quello che abbiamo visto con Hattori Hanzo, in Kill Bill è interpretato da Gordon Liu, ovvero un attore che da giovane impersonificava in tali film l’eroe che combatteva proprio contro Pai Mei. “Lei ha diritto di ucciderli per quello che loro le hanno fatto, ma anche lei deve morire per quello che ha fatto a loro”. Tuttavia, un morso al viso o al torace può causare la morte da paralisi nel giro di venti minuti. L’ho ucciso quel miserabile, stupido vecchio”. Kill Bill Volume 1: dal vero nome della Sposa al suo abbigliamento leggendario. Il figlio dello sceriffo riferisce inoltre al padre che la donna si chiama Arlene Machiavelli, ma i poliziotti hanno già scoperto che il nome è un falso: per questo la donna verrà chiamata «la Sposa». Esatto: stiamo parlando proprio di Bastardi senza Gloria, che affonda già a quell’epoca le sue radici. È giunto il momento della resa dei conti tra le 2. O-Ren ripaga l'affermazione di Tanaka decapitandolo e usando questo avvenimento minaccioso come monito a tutti gli altri che oseranno intralciarla ribadendo le sue origini non puramente nipponiche. Kill Bill: Volume 2 è un film del 2004 scritto e diretto da Quentin Tarantino e interpretato da Uma Thurman, David Carradine, Michael Madsen, Daryl Hannah, Gordon Liu, Michael Parks e Perla Haney-Jardine nella sua prima apparizione cinematografica. Tutti mischiati e combinati tra loro in una ricetta il cui il cui risultato dà vita a qualcosa di assolutamente nuovo e mai visto prima, pur prendendo a piene mani da tutto quello che Quentin ha potuto vedere nella sua esperienza di affamato divoratore di ogni possibile genere di film e serie tv. Tralasciando Vernita Green, che si vede poco e che dei quattro risulta sicuramente la meno interessante - non a caso è la prima a vedersi e ad esser fatta fuori - sempre in Kill Bill Volume 1 vi è O-Ren, a cui è dedicato il fantastico intermezzo anime che ci racconta le sue origini e ci fa empatizzare con lei molto più che rispetto agli altri killer presenti sulla “Death List Five” della protagonista. A questo punto Elle, mentre raccoglie le mazzette di banconote sparse per la roulotte, riceve una telefonata di Bill al quale inventa che il fratello è stato ucciso da Beatrix con un black mamba e che poi lei l’avrebbe sconfitta, indicandogli pure dove questa sarebbe seppellita: Se un giorno ti sentissi sentimentale, vai a Barstow, in California; quando sei arrivato lì vai da un fioraio e compra un mazzo di fiori; raggiungi il cimitero Huntington, vicino a Fuller e Guadalupe, cerca la lapide col nome Paula Schultz e lasciali sulla tomba. Terminata la prima parte della storia, la Sposa riesce finalmente a muovere l'alluce. “Ha detto che l’aveva impegnata”, replica sorpresa l’altra. Procuratasi prima un biglietto aereo e poi una moto, la Sposa si dirige a Tokyo alla Casa delle "Foglie Blu", dove O-Ren ed il suo entourage stanno banchettando. Bill: “Solo se posso sedermi nel lato della sposa”, Beatrix: “Sarai un po' triste e solo nel mio lato”, Bill: “Il tuo lato è sempre stato un po' triste e solo, ma non mi metterei da nessun'altra parte”. Letta la normativa informativa, esprimo il mio consenso alla ricezione di email informative e/o commerciali. Mentre l’avversaria è a terra, la bionda con l’occhio bendato va a prendere la katana della sua avversaria per finirla. Da qui il suo soprannome: la Morte incarnata.” Fico, no?” - domanda ironicamente Elle a Bud, che rantola per terra contorcendosi di dolore. Altro elemento che mostra il debito di Kill Bill nei confronti del regista della Trilogia del Dollaro è ovviamente anche la musica, sia, come vedremo fra un attimo, nel suo uso all’interno del film sia perché, come abbiamo visto, dai film di Leone la musica viene letteralmente “rubata”, nel senso buono del termine (“un bravo artista copia, un grande artista ruba”). Dopo questi 2 minuti e mezzo frenetici, Elle con un potente calcio ben assestato scaraventa la Sposa nella stanza in fondo al corridoio della roulotte. Rimandando lo scontro finale con Bill, Beatrix si dedica prima alla bambina, che non aveva mai visto. Vi è poi Bud, che fa una breve comparsata alla fine del Volume 1 ma che trova il suo posto in Kill Bill Volume 2. Appaiono, inoltre, alcune tracce "parlate" con estratti dei dialoghi del film, altra particolarità del regista statunitense. È quella di Bud (con tanto di dedica da parte di Bill: “A mio fratello Bud, l’unico uomo che abbia mai amato. Quest’ultima rimane ferma e impassibile, osservando la nemica sconfitta ed accecata mentre si dimena, in un modo che volutamente ricorda come in Blade Runner si contorceva Pris, il personaggio interpretato da Daryl Hannah nel film di Ridley Scott. La Sposa si presenta alla bambina dicendole il suo vero nome, ma viene coperto da un "BIP", lasciandolo momentaneamente ignoto. Letta la normativa informativa, esprimo il mio consenso alla ricezione del servizio newsletter. O-Ren rimane allibita ma muore con onore. L’ingresso nel brano di un coro dona ancora maggiore epicità al momento. All Rights Reserved. Tanto è elegante ed impregnato di rispetto il duello con il personaggio interpretato da Lucy Liu - a cui è regalata da Tarantino una grandissima dignità perfino nel momento della morte - tanto è invece selvaggio e scorretto quello con Elle. È più scanzonato e meno epico nella sua messa in scena. Pasadena, California. ". Ho trovato kill bill vol.1 stupendo, la recensione di Chirichelli è ottima ma do la mia quinta stellina xkè a differenza di lui non ho trovato la battaglia finale (ke poi sarebbe la prima in ordine cronologico) troppo lunga, diciamo ke cmq una scena così prolissa sa un po' di autocompiacimento, è vero! Quentin Tarantino gli regala un’entrata in scena poetica, con quelle note di flauto che Beatrix sente mentre, stanca delle pressioni del reverendo, si sta per dirigere fuori a prendere una boccata d’aria durante le prove del matrimonio; prove che di lì a poco finiranno nel sangue. Per risolvere un combattimento alla pari, che probabilmente sarebbe potuto durare all’infinito, ci vuole allora un guizzo. Ho visto Kill Bill per la prima volta, giusto qualche giorno fa. Appaiono, inoltre, alcune tracce "parlate" con estratti dei dialoghi del film, altra particolarità del regista statunitense. Stiamo parlando di circa 20 minuti di feroce battaglia di una singola guerriera contro una moltitudine di nemici. Da questo momento partono 2 minuti e mezzo di lotta senza esclusioni di colpi tra quelle che, come le ha definite Tarantino, sono due giganti amazzoni bionde. “Puttana, tu non hai un futuro” replica, carica di sete di vendetta. di Quentin Tarantino - Che il nuovo film di Tarantino venisse scisso ufficialmente in due parti da far uscire al cinema a distanza di tempo (breve, s’intende) non se l'aspettava nessuno. Un manifesto della sua carriera di regista e sceneggiatore e della sua essenza di uomo di Cinema. Sai, scommetto che adesso potrei friggerti un uovo in testa, se solo volessi. Lo scontro dura pochi secondi e si risolve con una mossa segreta che Pai Mei non aveva mai insegnato a Bill, ossia la “tecnica dell’esplosione del cuore con cinque dita”, che a coloro che erano bambini tra gli anni ’80 e i primi anni ’90 non può che ricordare il grande Kenshiro. Il consenso è facoltativo. «In the year 2003, Uma Thurman will kill Bill», «Nell'anno 2003, Uma Thurman ucciderà Bill», «On October 10th... a Quest for Revenge begins», «Il 10 ottobre... una ricerca di vendetta inizia». La seguente è una lista dei personaggi che compaiono nel film Kill Bill diretto da Quentin Tarantino, diviso successivamente in due parti: Kill Bill: Volume 1 del 2003 e Kill Bill: Volume 2 del 2004. Kill Bill Volume 1 e 2 rappresenta un'opera emblematica nella filmografia di Quentin Tarantino. Che presto, nell’immediato futuro... diventerà mia. Richiamando il triello finale de Il Buono, il Brutto, il Cattivo, il montaggio si alterna tra i primi piani delle duellanti, sempre più stretti ad ogni successivo stacco fino a giungere a quelli strettissimi sugli occhi, marchio di fabbrica di Sergio Leone (“Give me a Leone!”, dicevamo prima). Ciò nonostante le due pellicole vanno assolutamente considerate un unico film, come più volte sottolineato dallo stesso Quentin Tarantino: come noto, la sua uscita in due parti fu dovuta esclusivamente a un compromesso tra ragioni di carattere distributivo/commerciale - Harvey Weinstein era preoccupato che presentare al cinema un film di 4 ore fosse troppo - e il (giusto) impuntamento di Tarantino sul non voler tagliare altre scene di Kill Bill. Kill Bill: Volume 2 – film del 2004 diretto da Quentin Tarantino Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 13 ago 2018 alle 17:57. Per spiegare con chi la Sposa sta per andare a regolare i conti per prima, viene raccontata la traumatica infanzia di O-Ren Ishii. Azione, USA, 2003. Emblematico in questo senso è quello tra La Sposa e O-Ren che sostanzialmente chiude il Volume 1. Il grande duello è un film western girato in Italia nel 1972 da Giancarlo Santi, già aiuto di Sergio Leone, su sceneggiatura di Ernesto Gastaldi. A livello di curiosità poi, la tomba di Paula Schultz dovrebbe essere, nell’universo cinematografico che collega tutti i film di Tarantino, quella della moglie del Dott. - Medici in prima linea. Realizza quel tipo di film, ma in un modo nuovo. - Back to Homepage - ---Regia-----Sceneggiature Originali--- ... - Sempre nel film "Lone Wolf and Cub: Baby Cart to Hades", il solenne e poetico duello finale tra Itto Ogami e il suo avversario ricorda molto lo scontro tra O-Ren e la Sposa. Bill.”), che tutti credevamo andata perduta in un banco dei pegni. A questo punto è d’obbligo spendere qualche parola sui componenti della Deadly Viper Assassination Squad. Tu sei fantastica, sei la persona che preferisco”, “Peccato che di tanto in tanto sai essere una gran troia”, Da qui il suo soprannome: la Morte incarnata.” Fico, no?”, Tuttavia, un morso al viso o al torace può causare la morte da paralisi nel giro di venti minuti. A questi si aggiungono poi, senza ovviamente poterli elencare tutti, una serie di brani stupendi che sono rimasti nell’immaginario collettivo, come The Lonely Shepherd di Gheorghe Zamfir - che potrebbe benissimo essere un pezzo composto da Morricone - o Twisted Nerve, che risale addirittura a quel genio di Bernard Herrmann (compositore dei film di Alfred Hitchcock e, ultima sua fatica prima di lasciarci, della colonna sonora di Taxi Driver) che accompagna la camminata in clinica di Elle verso la stanza dove è ricoverata Beatrix durante il coma. Nel mese di tempo intercorso tra l'arrivo della Sposa e la forgiatura della spada, la donna si è allenata per sconfiggere O-Ren, la numero 1 della sua Death List Five. Vernita si distingueva dal gruppo per essere la più brava a maneggiare i coltelli. Kill Bill II. Ma la cosa vale anche per lei, e quindi... staremo a vedere. La bambina rimane spaventata dalla devastazione del soggiorno e dalle condizioni della madre, al che Vernita racconta che il loro cane ha avuto una crisi. Inizia qui la parte di stampo leoniano di questa scena; il segmento pensato, girato e montato secondo lo stile del nostro grande Sergio Leone. Vernita prova a scusarsi con la Sposa per quello che le avevano fatto quattro anni prima, cercando di far capire alla sua nemica di essersi ormai ritirata e di essere una persona diversa, ma capisce subito che è totalmente inutile, in quanto la Sposa è assetata di vendetta per quello che le fecero alla chiesa e per avere perso la sua bambina non ancora nata, proponendole infine di scontrarsi quella notte stessa, nel campo da Baseball dove addestra i ragazzi del vicinato. No, bimba, in questo momento sono proprio io, all'apice del mio masochismo”. Io arrivo”, con la valigetta piena di soldi in una mano e la katana di Beatrix nell’altra, Elle si appresta a lasciare la roulotte di Bud. Non si possono non riportare gli appunti che la guerriera con la benda sull’occhio legge da un piccolo block-notes, illustrando all’agonizzante Bud, a mo' di voce narrante di un documentario, come stia per morire: “In Africa c’è un adagio che dice: nella boscaglia un elefante può ucciderti, un leopardo può ucciderti e un black mamba può ucciderti ma solo con il black mamba, e questo è vero in Africa sin dall’alba dei tempi, la morte è sicura. Django Unchained infatti si rifà più al resto degli spaghetti western che non a Leone, da Sergio Corbucci in giù, per intenderci. «No, in questo momento sono io, all'apice del mio masochismo.». Davanti a lei, per completare la sua ruggente vendetta, rimane soltanto un unico, singolo obiettivo, il più importante: Kill Bill. Da questo punto di vista Kill Bill può senz’altro definirsi l’apice del lavoro di reinvenzione dei generi che contraddistingue il nostro, un artista di cui, piaccia o non piaccia, ogni suo film all’uscita è per gli spettatori qualcosa di mai visto prima. Tuttavia riusciamo ad intravederlo su un biglietto aereo: è Beatrix Kiddo.. 7 – I bruschi risvegli sono una costante dei film di … Nonostante questo, riesce ad uccidere Buck, prima tagliandogli il tendine d'Achille e poi spappolandogli la testa con una porta metallica. Quello che possiamo limitarci ad osservare è che questa ambiziosa e virtuosistica scena di azione è un fulgido esempio di tecnica cinematografica e di riuscito virtuosismo e che, anche per i non amanti dei film di combattimento, non risulta noiosa o stancante da guardare, proprio per il tocco che Tarantino riesce a darle. Il ritmo cala, e soprattutto la bambina è veramente troppo fastidiosa e irritante (cosa che molto spesso accade quando vedo i bambini nei film); il duello finale con Bill poi si chiude in cinque secondi, con il famoso colpo delle cinque dita che non mi ha mai entusiasmato. Ma Tarantino è Tarantino e poiché nessuno oggi si sognerebbe di tagliare un solo fotogramma da una sua opera senza il suo permesso teniamocelo tutto, KILL BILL, anche diviso in due. Detto dei personaggi di maggior rilievo, gli elementi memorabili di Kill Bill sono ovviamente numerosissimi e d’altronde, per un'opera che si snoda su due film che cumulativamente contano 4 ore abbondanti, non poteva essere diversamente. Hanzo infrange allora il giuramento che aveva fatto 28 anni prima e forgia una spada, una cosa che uccide. Bill, che fino alla fine mantiene fierezza e dignità, dopo essersi asciugato le chiede: Beatrix si prende un momento prima di rispondergli. “Se sei Josef von Sternberg e stai per girare Marocco nel 1930 e Marlen Dietrich rimane incinta, che cosa fai? “Se si vuole confrontare una spada di Hanzo, bisogna confrontarla con ogni altra spada creata... cioè, non creata da Hattori Hanzo” chiarirà Budd ad Elle quando questa gli chiederà un confronto tra la katana di Black Mamba e quella donata a Budd da Bill, entrambe forgiate dal maestro giapponese. A quali necessit... Bellissimo articolo. ° Il piano sequenza alla House Of Blue Leaves fu provato per circa 6 ore e in seguito girato per ben 17 volte. L'unico rimpianto che ho è la fine che Tarantino ha fatto fare a Bud, che a mio parere risulta essere un personaggio assolutamente non banale, e certamente meritevole di maggiore spazio. La mia spada.”. Tarantino e Uma Thurman, attrice protagonista in quel film, pensarono al film proprio ricordandosi la storiella del pilota che Mia raccontava a Vincent nel locale. Stiamo parlando ovviamente di Reservoir Dogs/Le Iene, Pulp Fiction e Jackie Brown. Brani come A Silhouette of Doom e The Demise of Barbara da Navajo Jo, Il Tramonto da Il Buono, il Brutto, il Cattivo, Per un Pugno di Dollari dal film omonimo, o ancora L’Arena da Il Mercenario. Sarai davanti al luogo in cui riposa per sempre Beatrix Kiddo.”, È questa la prima volta, dopo un intero film e mezzo di visione, che sentiamo pronunciare il vero nome della protagonista, fino a quel momento sempre coperto da un beep come quelli usati. Fatti fuori con irrisoria facilità questi primi avversari, è il turno di Gogo Yubari, interpretata dalla Chiaki Kuriyama di Battle Royale, la diciasettenne vestita con la classica uniforme scolastica da manga giapponese, alla quale, come ci illustra attraverso un flashback Beatrix. Vernita chiede infine a Nikki di rimanere in camera sua, mentre le due donne si spostano in cucina. Mi sono innamorato. In questi casi, se le esigenze produttive lo richiedono, si può anche pensare a sostituire l’attrice ma non questa volta e non per Quentin. Giunta alla fine della propria lista, Beatrix finalmente trova Bill e si reca da lui. Dove l'assenza del genio folle di Tarantino è palpabile in troppe scene per convincere appieno. Gli 88 folli, capeggiati da Johnny Mo, giungono al locale ed affrontano l'intrusa, venendo tutti sconfitti "Chi di voi è ancora fortunato da essere vivo, che fugga ma lasci qui gli arti che ha perso! Ad una prima analisi "Kill Bill" può sembrare "solo" il film orientale di Tarantino, in cui il regista distilla il materiale grezzo dei film di Hong Kong degli anni 60-70 che ebbero tanto impatto anche in Occidente (anche se nella memoria collettiva sono rimasti solo Bruce Lee e la canzone "Kung Fu Fighting"). Tuttavia, il black mamba può iniettarne di più, da 100 fino a 400 milligrammi di veleno con un singolo morso”. «My name is Buck and I'm here to FUCK...», «Mi chiamo Buck e sono qui per fottere...». Parte qui la splendida A Silhouette Of Doom di Ennio Morricone, prelevata direttamente dalla colonna sonora di Navajo Joe di Corbucci e che sentiamo già nei titoli di testa del Volume 2, brano che rende in modo perfetto il tono epico ricercato da Tarantino e che così tanto richiama lo stile di Leone. Tra l’altro mi chiedo se solo a me la salita di quell’immensa scalinata con i secchi pieni d’acqua sulle spalle ricordi gli allenamenti del Genio della Tartaruga di Dragon Ball. ° Nella sceneggiatura originale, il duello finale tra Beatrix ... Sofie sarà entrata in chiesa solo in un secondo momento, giusto in tempo per "godersi lo spettacolo finale". Troncato di netto il braccio sinistro di Sophie, parte un primo scontro con una decina di guardie del corpo che camminano costantemente a fianco della donna a capo della Yakuza. Earl si avvicina al corpo della Sposa, che all'improvviso gli sputa in faccia: la donna, incredibilmente, è ancora viva. Titolo originale Kill Bill - Volume 1. Le due avversarie si arrestano alle due estremità del corridoio, una di fronte all’altra, come in un perfetto duello western - ed in particolare, ovviamente, per come questi sono declinati nel Cinema del regista italiano.

Villa Salus Bologna Storia, Volevo Nascondermi Streaming Ita Altadefinizione01, Come Stai Brunori Accordi, Area Umanistica E Sociale - Teoria E Test Pdf, Madonna Dei Pellegrini, Medico Competente Asl Novara, Photograph Song And Lyrics, Ricette All'italiana Presentatrice, Mit Data Science Master, Wien Secession Building,